AREA DELLA DIDATTICA




RISORSE PER LA DIDATTICA

  • vbscuola.it
  • ivana.it
  • iprase.tn.it
  • bitprograms.com
  • scuolaviva
  • iccosta_volpino
  • lannaronca.it
  • didattica.org
  • andreafloris
  • ulisse.bs.it
  • AandA

  • Creazione di test e questionari
    Qui di seguito alcuni siti presso i quali è possibile effettuare il download gratuito o la demo di software:
    halfbakedsoftware.com
    La suite Hot Potatoes è un insieme di sei programmi autore creati dal gruppo del Laboratorio di Ricerca e Sviluppo CALL della University of Victoria. Presso il sito di Paolo Cutini è possibile trovare una ottima traduzione in italiano della guida ufficiale di HotPotatoes
    lucagalli.net
    Quiz Faber è un programma freeware progettato per creare questionari, sondaggi e test in formato ipertestuale, adatto ad un utilizzo e ad una pubblicazione su Internet, in una rete locale (Intranet) o su qualsiasi PC in locale
    smartlite.it/
    WebQuiz 2002 è il nuovo prodotto semplice ed economico che permette la creazione di questionari, quiz e test in formato HTML, pronti per essere svolti immediatamente a video oppure pubblicati su Internet.
    garamond.it
    WinAsks 2000 è il programma italiano più avanzato e completo per l’automazione delle verifiche oggettive e delle prove strutturate mediante l’uso del computer.

    Costruzione di un labirinto
    labirinti.it
    Per farlo con il computer non affronteremo il problema in termini geometrici e/o topologici, ma proveremo a costruire una serie di domande rispondendo alle quali gli utenti del nostro prodotto finito potranno giungere fino all'uscita del nostro labirinto immaginario. Le domande o dilemmi ( Quandary ) identificano proprio il nome del software (prodotto dalla Half-Baked Software Inc della University di Victoria e della UVic Innovation and Development Corporation) che può essere utilizzato per la costruzione dei labirinti; l'utente di uno degli action-maze costruiti con Quandary si trova fronte a numerosi bivi tra due o più strade, tutte plausibili e percorribili, ma, una volta che si è fatta una scelta, si possono incontrare ostacoli nascosti che costringono il navigatore a ricominciare tutto da capo. Già percorrere questi action-maze (labirinti di azione) può essere considerata didatticamente una discreta esperienza di problem-solving, ma la progettazione di questi ambienti costituisce anche una buona pratica di problem-setting nel senso di saper definire un problema e padroneggiarlo ad un punto tale da poterlo proporre ad altri in modo plausibile.
    Questi labirinti si presentano come adventure games nei quali i protagonisti si troveranno a dover risolvere "dilemmi" (quandary) virtuali mediante i quali procedere nel gioco o ripartire da capo. Ma questo non significa che nei labirinti metaforico/linguistici non possa tracciare una mappa, anzi, il programma stesso ne produce una via via che si costruisce il labirinto (struttura). Questa rappresentazione "fisica" del labirinto è visibile solo all'autore del labirinto stesso che può in questo modo lavorare in modo più efficace e consapevole...

    Per l'impiego di software per la creazione di labirinti interattivi qui di seguito sono indicati alcuni siti presso i quali è possibile effettuarne il download gratuito o la demo:
    halfbakedsoftware.com
    E' possibile scaricare gratuitamente il software Quandary collegandosi all'URL suindicato. Il programma è completo e funzionante (una volta installato si può anche adottare l'interfaccia in lingua italiana); con esso si possono costruire action-maze fino a 12 nodi (per superare questo limite è necessario acquistare la licenza - 50 $ singolo utente)
    i.domaindlx.com
    Vi si trova tradotto in italiano il tutorial di Quandary e i suoi esempi più semplici (entro i 12 nodi).
    Mappe concettuali

    Costruzione di mappe concettuali e frames con il software cooperativo C-Map
    L’uso consapevole di strumenti tecnologici sempre più orientati alla costruzione comune della conoscenza, allo scambio costante di impressioni e di elaborazioni durante lo svolgimento del compito, permette al gruppo classe ed al docente di tenere memoria delle discussioni e del lavoro svolto, enfatizzando la storia del gruppo che diviene evidente e riconoscibile, permettendo così di lavorare sul piano metacognitivo e di sviluppare la coesione e la percezione di autoefficacia del gruppo stesso.
    Il software Cmap, distribuito gratuitamente dalla (IHMC Interdisciplinary Study of Human & Machine Cognition - University of West Florida) ed elaborato dal gruppo del Prof.J Novak, è un’applicazione per creare mappe concettuali sia sul computer locale che on line; il software è molto semplice e, oltre che a creare velocemente la struttura della mappa, permette di agganciare ai singoli concetti risorse come immagini, file audio, pagine web e altre mappe, costituendosi come un prodotto ipermediale navigabile in Internet. Le potenzialità di Cmap, costruito proprio nell’ottica di facilitare l’interazione, la discussione e la messa a fuoco dei concetti e la possibilità di registrare la storia delle idee dei singoli e dei gruppi, fornisce la possibilità di constatare come la costruzione del pensiero, le potenzialità del gruppo e gli strumenti tecnologici entrino in sinergia potenziandosi a vicenda.
    Apprendere il funzionamento di CMap
    1. Scaricare il software CMap dal sito cmap.ihmc.us, grazie al lavoro di M.Guastavigna.
    Tenete comunque presente che CmapTools è un ambiente intuitivo per chi conosce le mappe concettuali, potrebbe essere quindi interessante utilizzare la versione inglese anche con gli alunni, per far verificare loro in modo molto immedaito quanto la conoscenza dell’inglese sia oggi indispensabile.
    2. Installare il sw
    3. Scaricare una guida all’uso del software: per il docente si consiglia la guida più esauriente redatta da M.Guastavigna (circa 10 pagine), reperibile in noiosito.it; da consultare anche la guida per iniziare Go2map.zip scaricabile a questo indirizzo map.dschola.it; per gli alunni è sufficiente il Tutorial Concept Map (approfondimenti “tutorial concept map studenti.doc”) di circa 3 pagine;
    sul sito IHMC è disponibile la guida completa in inglese cmap.ihmc.us
    4. Per impadronirvi delle funzionalità principali del software provate a copiare in CMap una delle vostre mappe concettuali, aiutandovi con la guida e lavorando in locale. Quando avete terminato il lavoro create una vostra cartella sul server IHMC PUBLIC e trasferite la vostra mappa on line.
    Altri siti

    Progetto Dschola map.dschola.it
    Una comunità di riflessione e di pratica su base aperta e collaborativi per i docenti che utilizzano le mappe concettuali con i propri allievi, e che mette a disposizione: materiali di studio e approfondimento, manuali per l’uso dei software, esempi didattici, forum tematici e spazio server per la pubblicazione dei lavori.
    Mappe concettuali nella didattica pavonerisorse.to.it
    Una ricca documentazione sui software di produzione e sulle attenzioni metodologiche per l’uso delle mappe concettuali
    Equipe IAD - OPPI oppi.mi.it
    Una raccolta di articoli e proposte didattiche sull’uso significativo delle nuove tecnologie e sulla didattica costruttivista.


    I moduli necessari per le programmazioni sono scaricabili dalla sezione Archivio&Download




    IscrizioniOnLine Iscrizioni formazione formazione Instagram Majorana Facebook Majorana Twitter Majorana pon pon ammtrasparente ammtrasparente AlboPretorioOnLine Albopretorio alternanza alternanza ARGO ARGO ARGO2 ARGO2 radio radio 104 104 meteo meteo tvi tv Magazine Magazine Indirizzi indirizzi di studio erasmus erasmus robotica robotica erasmus2 erasmus2 PEARSON PEARSON VUE IstanzeOnLine IstanzeOnLine Scuolainchiaro Scuolainchiaro eventi eventi webmail Istituto info Info

     

    Accesso Riservato Docenti

     

    Username

     

    Password

     

     

    Hai dimenticato l'Username?

     

    Hai dimenticato la password?